| Stampa |

Gestione condivisa delle sigarette

L’approccio “globale” al paziente costituisce l’essenza stessa del progetto riabilitativo:la cura della persona, la tutela della propria salute, l’acquisizione di consapevolezza rispetto ad abitudini e comportamenti potenzialmente nocivi, rappresentano il fulcro del percorso terapeutico attivato nel nostro Centro, che coinvolge tutti gli Operatori (promuovendo lo sviluppo ed il rafforzamento di una corretta e condivisa modalità relazionale con il paziente), l’Equipe medica e gli Psicologi, che attiveranno un programma di informazione e sensibilizzazione dell’ospite, attraverso un approccio di tipo psicoeducazionale.

Nell’ambito del percorso riabilitativo particolare importanza riveste il progetto di riduzione del fumo: smettere di fumare o ridurre il numero di sigarette  è estremamente difficile, nel caso di pazienti portatori di un disagio psichico, spesso è considerato impossibile, ma se si vuole persegue un approccio orientato alla ri-abilitazione , al recupero cioè di una condizione psicofisica migliore di quella determinata dalla malattia, non si può prescindere dal controllo del tabagismo: il paziente viene informato dei danni legati al fumo e - se sufficientemente motivato -  verrà inserito in un programma di gestione condivisa delle sigarette.

Tale programma  è articolato e complesso, e coinvolge svariate figure quali: gli Operatori della Reception, gli Operatori di Plesso, il Responsabile Adattamento Ospiti, il Medico Referente, gli Operatori di Laboratorio, l’Ufficio Amministrazione, gli Autisti, i Familiari o i Referenti dell’ospite  ed è finalizzato al controllo del Tabagismo, attraverso la gestione delle sigarette fumate dal singolo ospite.

Il Responsabile dei Servizi Complementari e Attività Socio-Ricreative organizza la distribuzione delle sigarette fumate giornalmente da ogni singolo ospite, così da aiutare i pazienti interessati a ridurre la quantità di fumo giornaliera secondo un percorso che ne prevede una graduale riduzione: il coinvolgimento dell’ospite e dei familiari è fondamentale al fine di concordare il numero massimo di sigarette che l’ospite stesso fumerà durante la giornata e definire le eventuali tappe di tale percorso .

Il familiare lascia in deposito le sigarette per il proprio congiunto o, se lo desidera, potrà  lasciare in deposito presso l’Ufficio Amministrativo la somma necessaria a garantire l’acquisto delle sigarette (così come si fa per altre spese personali) , in quanto la Struttura fornisce un servizio di acquisto delle sigarette nella quantità concordata.

N.B.

 

Si raccomanda ai familiari di lasciare in deposito l’esatta  cifra necessaria all’acquisto delle sigarette che il loro congiunto fuma realmente: la soddisfazione di tale esigenza è fondamentale nel rafforzare la motivazione ed una maggiore serenità nel proseguire il percorso riabilitativo intrapreso, dissipando preoccupazioni e tensioni  che potrebbero vanificare l’intero progetto

 

 
Design by Next Level Design / Script by Joomla!